A- A A+
Notizie

protocollo legalità“La firma di questo protocollo avviene a poche ore da un episodio gravissimo: l’arrivo di un proiettile a Rosanna Conte, consigliere comunale a Caorle ed eurodeputata. È la conferma che le infiltrazioni mafiose sono presenti anche nei nostri territori ed agiscono sotto traccia, ma purtroppo più che mai attente ed attratte dal ricco Veneto".

Così la presidente di Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello, ha commentato la firma del protocollo della legalità iil 30 luglio a Venezia, a Palazzo Balbi. La sottoscrizione è avvenuta alla presenza del presidente Luca Zaia e delle parti sociali.

Il protocollo serve a proteggere il settore dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture. Fornisce, in aggiunta, misure di contrasto alla corruzione.

"Mi auguro che, da un lato, sia uno strumento efficace. Dall’altro, che mandi un segnale a chi vuole penetrare nel nostro sistema economico e negli enti locali: non c’è spazio per la criminalità e per le mafie in Veneto. Le istituzioni e le parti sociali sono in prima fila per far fronte a questo fenomeno preoccupante e da cui non siamo immuni. Purtroppo i fatti recenti da Eraclea a Jesolo lo hanno accertato”.

Certo, Il contrasto oggi è ancora più complicato e complesso perché il modus operandi non è esclusivamente improntanto alla violenza, ma come la definisce la Dia quello della sommersione ovvero il tentativo di infiltrarsi negli appalti, negli affari, nelle operazione finanziarie. In una regione come la nostra, in cui le tante amministrazioni virtuose hanno risorse da investire, i tentacoli delle organizzazioni criminali si allungano facilmente. Per questo dobbiamo mettere in campo tutti i mezzi necessari. Occorre, innanzitutto, fare squadra. La legalità resta un valore intoccabile per i nostri territori e le nostre comunità”.

Nello specifico, all’interno del protocollo d’intesa, Anci Veneto e l’Upi Veneto si propongono di promuovere:
- incontri tra gli Enti Locali ed altri soggetti istituzionali che operano nel territorio per favorire il loro coinvolgimento, eventualmente previa stipula di Convenzioni e/o Protocolli d’Intesa, in iniziative volte alla promozione della legalità nonché in azioni condivise di vigilanza, secondo le loro specifiche competenze, per prevenire e contrastare il fenomeno delle infiltrazioni criminali nel tessuto sociale e produttivo del territorio regionale;
- convegni, seminari, corsi di formazione multidisciplinari per gli amministratori e il personale degli Enti Locali sul tema della cultura della legalità e, in particolare, sulla prevenzione e contrasto all’infiltrazione della criminalità organizzata nelle attività svolte dall’amministrazione pubblica.

L'importante è che lo stesso protocollo sia un punto di partenza e non di arrivo, precisa Pavanello. "Tutela i sindaci e le amministrazioni, come pure salvaguarda le aziende locali che lavorano onestamente. La nostra Anci continuerà a lavorare a fianco della Regione, per assicurare la piena collaborazione in materia di appalti, nonché alla cabina di regia, per offrire supporto”. 

anciconaiL'Accordo Quadro Nazionale ANCI-CONAI è stato ulteriormente prorogato fino al 31 dicembre 2019.
Per consentire una miglior negoziazione possibile dei singoli Allegati Tecnici, i presidenti di ANCI e di CONAI hanno condiviso la decisione di prorogare di altri cinque mesi l'Accordo. Durante questi mesi di proroga verranno applicate le medesime condizioni previste dagli Allegati Tecnici, inclusi i vigenti parametri per l'assegnazione delle fasce qualitative.

Per maggiori informazioni: 06/68009307

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (proroga-accordo-quadro-anci-conai.pdf)Proroga Accordo Quadro ANCI-CONAI 171 kB

segretaricomunaliIl Segretario Generale ANCI, Veronica Nicotra, e il Direttore Generale UPI, Piero Antonelli, a firma congiunta hanno inviato una lettera indirizzata al Sottosegretario del Ministero dell’Interno, Carlo Sibilia, relativamente alla problematica della carenza dei Segretari Comunali e Provinciali. 

Di seguito il testo, consultabile nel PDF in allegato.

 

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (letteraANCI_UPI.pdf)letteraANCI_UPI.pdf 439 kB

prtveneto2030

Gli incontri hanno l’obiettivo di presentare i contenuti del nuovo Piano Regionale dei Trasporti e di stimolare un confronto tra gli estensori del Piano e i portatori di interesse del territorio, al fine di raccogliere osservazioni e proposte migliorative.

Gli attori locali possono presentare i propri  contributi alla pagina  >> Inviaci le tue osservazioni

I contributi raccolti saranno analizzati dagli estensori del Piano ed utilizzati per integrare il documento che sarà successivamente sottoposto a Valutazione Ambientale Strategica (VAS)

Per conoscere tutte le date degli incontri territoriali visitate questa pagina: https://www.prtveneto2030.it/gli-incontri/

scuolabusLa presidente Pavanello: così si mettono in difficoltà quelle famiglie che già faticano ad arrivare alla fine del mese

 

Il 4 luglio l’Anci Veneto ha scritto al Governo, nello specifico al Ministro dell’Interno ed al Ministro della Famiglia ed alla Disabilità, per richiedere l’intervento sul servizio scuolabus. I costi rischiano infatti di gravare integralmente sulle spalle delle famiglie senza che i Sindaci ed i Comuni possano far nulla. Al Governo, come stabilito e consentito dalla legge, l’Anci Veneto richiede di classificare quello dello scuolabus come un “servizio pubblico a domanda individuale”.

L’impossibilità di sgravare le famiglie nasce da un recente parere della sezione regionale di controllo per il Piemonte della Corte dei Conti n. 46/2019. Il parere in questione ha enunciato il principio secondo cui “il servizio di trasporto pubblico scolastico (scuolabus) deve avere a fondamento una adeguata copertura finanziaria necessariamente riconducibile alla quota di partecipazione diretta da parte degli utenti, quota la quale, nel rispetto del rapporto di corrispondenza tra costi e ricavi, non può non essere finalizzata ad assicurare l’integrale copertura dei costi del servizio”.

Nella nota di Anci Veneto che è stata inviata anche a tutti i sindaci si sottolinea come “l’applicazione rigorosa di tale principio rende impossibile per i Comuni contribuire, come generalmente avvenuto, alle spese sostenute dalle famiglie, con varie modalità, collegate in particolare al reddito o alla composizione del nucleo familiare. Secondo il citato parere della Corte dei Conti, il servizio di trasporto scolastico va infatti inquadrato nella categoria dei servizi pubblici locali e non in quella a domanda individuale, così che la quota di partecipazione finanziaria a carico dell’utenza deve necessariamente concorrere alla copertura integrale della spesa sostenuta dal Comune per l’erogazione del servizio. Tale interpretazione preoccupa i Sindaci che, se consolidata, si vedranno costretti a modificare l’erogazione del servizio e ad imporre oneri aggiuntivi alle famiglie (…)”.

La presidente di Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello, manifesta la sua preoccupazione per la situazione: “abbiamo deciso di intervenire con tempestività perché questo problema riguarda tutti i sindaci, tutti i Comuni e va a pesare direttamente sulle famiglie. In particolare va a colpire quei nuclei famigliari che già faticano ad arrivare alla fine del mese. Si tratta di una questione che va risolta immediatamente per mettere i sindaci nelle condizioni di aiutare le famiglie senza violare le leggi. Naturalmente non vogliamo in alcun modo fare polemica con la Corte dei Conti, ma crediamo che questa annosa vicenda vada risolta per tutelare le famiglie. Noi siamo a disposizione, come sempre, per fornire supporto e dialogo al Governo per trovare la soluzione più idonea”.

ANCI VENETO

Presidente: Maria Rosa Pavanello
Direttore: Carlo Rapicavoli
Via M. Cesarotti n°17 - 35030 Selvazzano Dentro (PD) 
Tel. 0498979033 - Fax 0498984643
email: anciveneto@anciveneto.org 
pec: anciveneto@pec.it
CF: 80012110245
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

 

A tale proposito se  hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email attraverso l'apposito form nella pagina dei contatti

 

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da www.anciveneto.org

A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.
 

COOKIE LAW

   1) Che cosa sono i cookie?

I cookie sono dei file di testo che i siti visitati inviano al browser dell'utente e che vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi al sito alla visita successiva.
 

   2) A cosa servono i cookie? 

I cookie possono essere usati per monitorare le sessioni, per autenticare un utente in modo che possa accedere a un sito senza digitare ogni volta nome e password e per memorizzare le sue preferenze.

 

   3) Cosa sono i cookie tecnici?

I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente. I cookie tecnici sono essenziali per esempio per accedere a Google o a Facebook senza doversi loggare a tutte le sessioni. Lo sono anche in operazioni molto delicate quali quelle della home banking o del pagamento tramite carta di credito o per mezzo di altri sistemi.
 

   4) I cookie Analytics sono cookie tecnici? 

In altri termini i cookie che vengono inseriti nel browser e ritrasmessi mediante Google Analytics o tramite il servizio Statistiche di Blogger o similari sono cookie tecnici?. Il Garante ha affermato che questi cookie possono essere ritenuti tecnici solo se "utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici." 
 

   5) Che cosa sono i cookie di profilazione?

Sono cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente per creare profili sui suoi gusti, sulle sue preferenze, sui suoi interessi e anche sulle sue ricerche. Vi sarà certamente capitato di vedere dei banner pubblicitari relativi a un prodotto che poco prima avete cercato su internet. La ragione sta proprio nella profilazione dei vostri interessi e i server indirizzati opportunamente dai cookie vi hanno mostrato gli annunci ritenuti più pertinenti.
 

   6) È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto alcun consenso mentre i cookie di profilazione possono essere installati nel terminale dell'utente solo dopo che quest'ultimo abbia dato il consenso e dopo essere stato informato in modo semplificato.
 

   7) In che modo gli webmaster possono richiedere il consenso?

Il Garante per la Privacy ha stabilito che  nel momento in cui l'utente accede a un sito web deve comparire un banner contenente una informativa breve, la richiesta del consenso e un link per l'informativa più estesa come quella visibile in questa pagina su che cosa siano i cookie di profilazione e sull'uso che ne viene fatto nel sito in oggetto.
 

   8) In che modo deve essere realizzato il banner?

Il banner deve essere concepito da nascondere una parte del contenuto della pagina e specificare che il sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti. Il banner deve poter essere eliminato solo con una azione attiva da parte dell'utente come potrebbe essere un click.
 

   9) Che indicazioni deve contenere il banner? 

Il banner deve contenere l'informativa breve, il link alla informativa estesa e il bottone per dare il consenso all'utilizzo dei cookie di profilazione.
 

   10) Come tenere documentazione del consenso all'uso dei cookie?

È consentito che venga usato un cookie tecnico che tenga conto del consenso dell'utente in modo che questi non abbia a dover nuovamente esprimere il consenso in una visita successiva al sito.
 

   11) Il consenso all'uso dei cookie si può avere solo con il banner?

No. Si possono usare altri sistemi purché il sistema individuato abbia gli stessi requisiti. L'uso del banner non è necessario per i siti che utilizzano solo cookie tecnici.

 

   12) Che cosa si deve inserire nella pagina informativa più estesa?

Si devono illustrare le caratteristiche dei cookie installati anche da terze parti. Si devono altresì indicare all'utente le modalità con cui navigare nel sito senza che vengano tracciate le sue preferenze con la possibilità di navigazione in incognito e con la cancellazione di singoli cookie.
 

   13) Chi è tenuto a informare il Garante che usa cookie di profilazione?

Il titolare del sito ha tale onere. Se nel suo sito utilizza solo cokie di profilazione di terze parti non occorre che informi il Garante ma è tenuto a indicare quali siano questi cookie di terze parti e a indicare i link alle informative in merito.
 

   14) Quando entrerà in vigore questa normativa?

Il Garante ha dato un anno di tempo per mettersi in regola e la scadenza è il 2 Giugno 2015.
 

COOKIE UTILIZZATI IN QUESTO SITO

File di log: Come molti altri siti web anche questo fa uso di file di log registra cioè la cronologia delle operazioni man mano che vengono eseguite. Le informazioni contenute all'interno dei file di registro includono indirizzi IP, tipo di browserInternet Service Provider (ISP)data, ora, pagina di ingresso e uscita e il numero di clic. Tutto questo per analizzare le tendenze, amministrare il sito, monitorare il movimento dell'utente dentro il sito e raccogliere dati demografici, indirizzi IP e altre informazioni. Tale dati non sono riconducibili in alcun modo all'identità dell'utente e sono cookie tecnici.
 

COOKIE DI TERZE PARTI PRESENTI NEL SITO 

.....

TWITTER


Abbiamo vissuto e immortalato tanti bei momenti in questi 3 giorni intensi, ma i più belli rimanete voi:… https://t.co/qcUXFHyFgl

Nel video alcuni momenti più significativi della relazione di @Antonio_Decaro alla 36esima #assemblea dell’Anci… https://t.co/yw1dOfZTQ8
Follow ANCI on Twitter

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Anciveneto.
Iscriviti
Non saranno inviate email di spam.