A- A A+
Notizie

Amministrazione Trasparente

Notizie

Risultati immagini per anci

Martedì 27 giugno 2017, con inizio alle ore 10.30

presso la sede ANCI – Via dei Prefetti, 46 - Roma

si terrà l’appuntamento sul tema

Costruire la collaborazione tra l’Agenzia e i Comuni in tema di cooperazione allo sviluppo, l’Avviso per la concessione di contributi agli enti territoriali per iniziative di cooperazione e gli altri strumenti della programmazione 2016-2018”

Per le iscrizioni cliccare sul seguente link                   https://form.jotformeu.com/71664558695372

 

Per ulteriori info:

http://www.anci.it/index.cfm?layout=dettaglio&IdSez=821213&IdDett=61118

 

Oppure contattare:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
(+39) 06.6800.9362

aics

Ai Sindaci dei Comuni italiani

Ai Sindaci delle Città metropolitane
_________________________________

Prot.n.43/SG/VN/dc-17

 

Caro Sindaco, Cara Sindaca,

la nuova legge sulla cooperazione per lo sviluppo  promuove  un’azione di sistema che deve coinvolgere tutti gli attori utili a portare contributi al riequilibrio dello sviluppo in linea con la nuova Agenda internazionale 2030 con l’obiettivo di far crescere la consapevolezza della comune responsabilità per un presente e un futuro sostenibile.

In questo contesto la programmazione triennale della cooperazione italiana prevede di “rafforzare la partecipazione di tutti i soggetti del sistema della cooperazione italiana allo sviluppo ad iniziative di partenariato per far fronte ai profondi cambiamenti sociali, politici e demografici in atto, alla crescente destabilizzazione in alcune aree in Africa e nel Medio Oriente, all’acuirsi dell’emergenza migratoria, all’impatto dei cambiamenti climatici, alla necessità di sostenere i processi di pace, e laddove si renda necessario un impegno a livello globale;” e l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo – AICS -  sostiene e promuove l’impegno degli Enti territoriali a contribuire all’azione di cooperazione internazionale del sistema Italia attraverso la prima selezione pubblica per il finanziamento di proposte progettuali degli Enti territoriali (Comuni, Unioni di Comuni, Città Metropolitane, Regioni e Province autonome).

L’Avviso pubblicato il 3 giugno in GU disponibile al link http://www.aics.gov.it/?page_id=13178 prevede che le proposte progettuali devono essere presentate nella loro completezza, (no concept note), entro il 28 luglio.

Eventuali richieste di chiarimenti relative a questioni di carattere e interesse generale per i partecipanti potranno essere inviate all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre giovedì 15 giugno p.v., avendo cura di specificare nell'oggetto “Avviso ET 2017”.

L’ammontare complessivo è di 5 milioni di Euro; sono previste due linee di finanziamento:

1) La principale di 4 milioni €, per il cofinanziamento  fino all’ 80%, di partenariati territoriali in linea con la programmazione nazionale per priorità geografiche e tematiche (Documento triennale di programmazione e di indirizzo 2016-2018) ed anche, per una quota ridotta (30%), per aree non prioritarie.

Sono Paesi prioritari in:

AFRICA: Burkina Faso, Etiopia, Kenia, Mozambico, Niger, Senegal, Somalia, Sudan, Sud Sudan

MEDITERRANEO: Egitto e Tunisia

MEDIO ORIENTE: Giordania, Libano, Palestina

AMERICA LATINA E CARAIBI:  Bolivia, Cuba, El Salvador

ASIA: Afghanistan, Myanmar, Pakistan

Le priorità tematiche sono:

GOVERNANCE, DIRITTI E LOTTA ALLE DISUGUAGLIANZE  - MIGRAZIONE E SVILUPPO - SALUTE - ISTRUZIONE - AGRICOLTURA SOSTENIBILE E SICUREZZA ALIMENTARE - AMBIENTE, CAMBIAMENTI CLIMATICI ED ENERGIA PER LO SVILUPPO

Le proposte progettuali, per un importo massimo di 500.000,00 euro dovranno sviluppare partenariati territoriali con Enti locali, organismi e cittadini dei paesi d’intervento, prioritariamente  sui seguenti temi/obiettivi:

promozione delle capacità delle diaspore di contribuire allo sviluppo dei paesi d’origine attraverso investimenti e creazione di posti di lavoro nei Paesi d’origine –

costruzione e rafforzamento dei sistemi di gestione dei territori  e dei servizi pubblici locali, con particolare riguardo alla governance, all’innovazione e alla promozione di servizi socio-sanitari con focus sulla disabilità, -promozione dello sviluppo locale e delle PMI, in particolare nei territori di origine e transito dei migranti, sostenendo il coinvolgimento di giovani e donne anche attraverso formazione e accesso al credito e l’innovazione tecnologica – attuazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile che costituiscono la nuova Agenda internazionale 2030, in particolare gli OSS 3 salute, 4  istruzione, 8 crescita e occupazione, 11 città inclusive, sicure e sostenibili e 12 modelli di produzione e consumo sostenibili.

Saranno privilegiate le proposte di partenariati territoriali che coinvolgano più attori di cooperazione, quali le Università, le camere di commercio, il settore privato profit PMI e non profit ONG, ecc.,  analogamente a quanto già previsto nel bando per le ONG.

Ogni Ente territoriale potrà essere capofila di una proposta e partner in un’altra proposta o anche, se non proponente, partner in due proposte diverse.

Nel partenariato potranno essere coinvolti anche Enti territoriali di regioni diverse da quella del proponente.

 

2) La seconda linea di finanziamento riserva 1 milione di € per il cofinanziamento del contributo cash previsto dai progetti già cofinanziati dalla Commissione Europea  (DG DEVCO) agli Enti territoriali. Questa seconda linea è finalizzata a sostenere e premiare la capacità dei Comuni di aggiudicarsi progetti finanziati dalla C.E., contribuendo così a far rientrare nel Paese parte della nostra quota di contributo alla UE  e ad incrementare la partecipazione italiana all’azione di cooperazione internazionale dell’UE. Se la quota destinata non venisse completamente  utilizzata, il residuo sarà riallocato per il cofinanziamento dei progetti della cooperazione italiana. Sarà possibile cofinanziare anche progetti in corso.

I nostri uffici restano a vostra  disposizione per chiarimenti e approfondimenti www.internazionali.anci.it - Area Relazioni internazionali, Sicurezza e Legalità, diritti ed istituti di partecipazione, pari opportunità, Sport e Servizio civile, Ambiente, Territorio e Protezione Civile – Dipartimento cooperazione decentrata e Relazioni internazionali – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Cordiali saluti,


Veronica Nicotra
Il Segretario Generale

 

Per ogni ulteriore informazione o approfondimento: www.internazionali.anci.it - Area Relazioni internazionali, Sicurezza e Legalità, diritti ed istituti di partecipazione, pari opportunità, Sport e Servizio civile, Ambiente, Territorio e Protezione Civile – Dipartimento cooperazione decentrata e Relazioni internazionali – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 rigenerareperiferie1
 
rigenerareprovince
 
 
Il tema delle periferie e del rilancio delle città è il focus del convegno dal titolo: "Rigenerare le periferie: innovare le città" che si sta tenendo oggi e domani (6 e 7 giugno) a Bergamo presso la Sala Consiliare del Comune. Un appuntamento per fare il punto sulle politiche di innovazione e sviluppo urbano, in virtù dell’avvio della fase di implementazione del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie attivato dal governo.
L’incontro, organizzato su iniziativa di Anci, Presidenza del Consiglio dei Ministri e Comune di Bergamo, sarà un’occasione di confronto per amministratori, funzionari ed esperti sui temi della rigenerazione e dell’innovazione urbana. L’obiettivo dell’evento è offrire quindi agli attori della rigenerazione urbana uno spazio di incontro e confronto per dare vita ad una collaborazione continuativa e costruire metodologie di lavoro condivise e coordinate per l’attuazione dei processi
Nel corso delle due giornate saranno realizzate diverse attività per promuovere l’apprendimento e lo scambio di soluzioni su questioni operative. L’incontro sarà inoltre l’occasione per l’analisi concreta dei processi di rigenerazione urbana, a partire dal progetto “Legami Urbani” elaborato dal Comune di Bergamo. Ai lavori parteciperanno, tra gli altri, il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori e il segretario generale Anci Veronica Nicotra.
Per iscriversi ai lavori è necessario compilare il modulo disponibile al seguente link: https://form.jotformeu.com/71383394095362 - Si ricorda che la partecipazione ai lavori è gratuita.
 
 
Lista hotel

Punti di ritrovo e spostamenti

TUTTE LE INFO UTILI AL LINK: http://www.anci.it/index.cfm?layout=dettaglio&IdSez=821212&IdDett=60783

Oltre ai comuni al voto, ci sono quelli che hanno scelto la strada della fusione e che entro il 30 giugno dovranno presentare i rispettivi studi di fattibilità alla Regione. Per questa tornata sono 32 in tutto, mentre i nuovi enti che si verrebbero a formare sono 13. La maggior parte delle fusioni riguarda due municipalità, in qualche caso anche tre o quattro. Anci Veneto li ha già accompagnati in questo processo con consulenze specifiche e seminari di formazione. E resta a disposizione per qualsiasi forma di supporto.

Di seguito gli interessati, raggruppati in base alla singola fusione.

-Carrè, Chiuppano (Vi)

-Arsiero, Tonezza (Vi)

-Falcade, Canale d'Agordo (BL)

-Saletto, San Margherita d'Adige, Megliadino San Fidenzio, Megliadino San Vitale

-Mason, Molvena (Vi)

-Polesella, Frassinelle (Ro)

-Cerro Veronese, Bosco Chiesanuova (Vr)

-Limana, Trichiana (BL)

-San Nazario, Campolongo, Solagna, Cismon, Valstagna (Vi)

-Ponte San Nicolo, Legnaro, Polverara (Pd)

-Roncà, San Giovanni Ilarione (Vr)

-Santa Giustina, Sedico (BL)

-Crespano e Paderno del Grappa (Vi)

Il prossimo 11 giugno è la data per le elezioni comunali di quest'anno. Delle poco più di mille municipalità italiane destinate al rinnovo, 87 sono quelle venete. Tre sono i capoluoghi di provincia, nella fattispecie Belluno, Padova e Verona. 14 in tutto (compresi i capoluoghi) quelle sopra i 15mila abitanti.

Bellunese: Belluno, Lamon, Auronzo di Cadore, Cortina d'Ampezzo, Rivamonte Agordino, Pieve di Cadore, Soverzene, Falcade, Cesiomaggiore, Feltre, Tambre, Cencenighe Agordino e San Gregorio nelle Alpi.

Padovano: Padova, Abano Terme, Conselve, Vigonza, Merlara, Loreggia, Granze, Gazzo, Lozzo Atestino, Sant'Urbano, Piombino Dese, Pozzonovo, Saonara, Teolo, Torreglia, Vescovana, Veggiano.

Rodigino: Badia Polesine, Fratta Polesine, Giacciano con Baruchella, Lusia, Porto Viro, Taglio di Po.

Trevigiano: Borso del Grappa, Cappella Maggiore, Casale sul Sile, Castelcucco, Cessalto, Conegliano, Crespano del Grappa, Fontanelle, Fonzaso, Godega di Sant'Urbano, Possagno, Resana, Santa Lucia di Piave, Segusino, Silea, Susegana, Tarzo, Trevignano, Zenson di Piave.

Veneziano: Campagna Lupia, Jesolo, Marcon, Mira, Mirano, Noventa di Piave, Pramaggiore, Salzano, Santa Maria di Sala.

Veronese: Verona, Caldiero, Casaleone, Cazzano di Tramigna, Cerea, Gazzo Veronese, Illasi, Ronco all'Adige, Roverchiara, San Giovanni Ilarione, San Martino Buon Albergo, Soave, Villa Bartolomea, Zevio.

Vicentino: Brendola, Marano Vicentino, Romano d'Ezzelino, Rosà, Sandrigo, Sarego, Thiene, Val Liona, Villaverla.

ANCI VENETO

Presidente: Maria Rosa Pavanello
Direttore: Carlo Rapicavoli
Via M. Cesarotti n°17 - 35030 Selvazzano Dentro (PD) 
Tel. 0498979033 - Fax 0498984643
email: anciveneto@anciveneto.org 
pec: anciveneto@pec.it
CF: 80012110245

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

 

A tale proposito se  hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email attraverso l'apposito form nella pagina dei contatti

 

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da www.ancisa.it. A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.
 

COOKIE LAW

   1) Che cosa sono i cookie?

I cookie sono dei file di testo che i siti visitati inviano al browser dell'utente e che vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi al sito alla visita successiva.
 

   2) A cosa servono i cookie? 

I cookie possono essere usati per monitorare le sessioni, per autenticare un utente in modo che possa accedere a un sito senza digitare ogni volta nome e password e per memorizzare le sue preferenze.

 

   3) Cosa sono i cookie tecnici?

I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente. I cookie tecnici sono essenziali per esempio per accedere a Google o a Facebook senza doversi loggare a tutte le sessioni. Lo sono anche in operazioni molto delicate quali quelle della home banking o del pagamento tramite carta di credito o per mezzo di altri sistemi.
 

   4) I cookie Analytics sono cookie tecnici? 

In altri termini i cookie che vengono inseriti nel browser e ritrasmessi mediante Google Analytics o tramite il servizio Statistiche di Blogger o similari sono cookie tecnici?. Il Garante ha affermato che questi cookie possono essere ritenuti tecnici solo se "utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici." 
 

   5) Che cosa sono i cookie di profilazione?

Sono cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente per creare profili sui suoi gusti, sulle sue preferenze, sui suoi interessi e anche sulle sue ricerche. Vi sarà certamente capitato di vedere dei banner pubblicitari relativi a un prodotto che poco prima avete cercato su internet. La ragione sta proprio nella profilazione dei vostri interessi e i server indirizzati opportunamente dai cookie vi hanno mostrato gli annunci ritenuti più pertinenti.
 

   6) È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto alcun consenso mentre i cookie di profilazione possono essere installati nel terminale dell'utente solo dopo che quest'ultimo abbia dato il consenso e dopo essere stato informato in modo semplificato.
 

   7) In che modo gli webmaster possono richiedere il consenso?

Il Garante per la Privacy ha stabilito che  nel momento in cui l'utente accede a un sito web deve comparire un banner contenente una informativa breve, la richiesta del consenso e un link per l'informativa più estesa come quella visibile in questa pagina su che cosa siano i cookie di profilazione e sull'uso che ne viene fatto nel sito in oggetto.
 

   8) In che modo deve essere realizzato il banner?

Il banner deve essere concepito da nascondere una parte del contenuto della pagina e specificare che il sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti. Il banner deve poter essere eliminato solo con una azione attiva da parte dell'utente come potrebbe essere un click.
 

   9) Che indicazioni deve contenere il banner? 

Il banner deve contenere l'informativa breve, il link alla informativa estesa e il bottone per dare il consenso all'utilizzo dei cookie di profilazione.
 

   10) Come tenere documentazione del consenso all'uso dei cookie?

È consentito che venga usato un cookie tecnico che tenga conto del consenso dell'utente in modo che questi non abbia a dover nuovamente esprimere il consenso in una visita successiva al sito.
 

   11) Il consenso all'uso dei cookie si può avere solo con il banner?

No. Si possono usare altri sistemi purché il sistema individuato abbia gli stessi requisiti. L'uso del banner non è necessario per i siti che utilizzano solo cookie tecnici.

 

   12) Che cosa si deve inserire nella pagina informativa più estesa?

Si devono illustrare le caratteristiche dei cookie installati anche da terze parti. Si devono altresì indicare all'utente le modalità con cui navigare nel sito senza che vengano tracciate le sue preferenze con la possibilità di navigazione in incognito e con la cancellazione di singoli cookie.
 

   13) Chi è tenuto a informare il Garante che usa cookie di profilazione?

Il titolare del sito ha tale onere. Se nel suo sito utilizza solo cokie di profilazione di terze parti non occorre che informi il Garante ma è tenuto a indicare quali siano questi cookie di terze parti e a indicare i link alle informative in merito.
 

   14) Quando entrerà in vigore questa normativa?

Il Garante ha dato un anno di tempo per mettersi in regola e la scadenza è il 2 Giugno 2015.
 

COOKIE UTILIZZATI IN QUESTO SITO

File di log: Come molti altri siti web anche questo fa uso di file di log registra cioè la cronologia delle operazioni man mano che vengono eseguite. Le informazioni contenute all'interno dei file di registro includono indirizzi IP, tipo di browserInternet Service Provider (ISP)data, ora, pagina di ingresso e uscita e il numero di clic. Tutto questo per analizzare le tendenze, amministrare il sito, monitorare il movimento dell'utente dentro il sito e raccogliere dati demografici, indirizzi IP e altre informazioni. Tale dati non sono riconducibili in alcun modo all'identità dell'utente e sono cookie tecnici.
 

COOKIE DI TERZE PARTI PRESENTI NEL SITO 

.....

TWITTER


RT @GianlucaCallipo: 144 Comuni calabresi hanno aderito allo Sprar su impulso di @comuni_anci e @Viminale. Risultato di civiltà che tutela…

"Siete stati degli eroi", dice il presidente Decaro ai sindaci abruzzesi colpiti dal #terremoto nel centro Italia 👉… https://t.co/KIEL6DEzAd
Follow ANCI on Twitter

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Anciveneto.
Iscriviti
Non saranno inviate email di spam.