A- A A+
Notizie

Amministrazione Trasparente

Notizie

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 510 del 17 aprile 2018

Determinazione del calendario per l'Anno Scolastico 2018-2019. (L.R. n. 11/2001, art. 138, comma 1, lettera d).

Con il presente provvedimento, ai sensi della L.R. n. 11/2001, art. 138, comma 1, lettera d), si determina il calendario delle giornate di lezione delle scuole statali e paritarie del Veneto per l’Anno Scolastico 2018-2019 e si definiscono, inoltre, i limiti e le condizioni per eventuali motivati adattamenti al calendario stesso.

https://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=368222

Bur n. 38 del 20 aprile 2018

fondimessainsicurezza

Venezia, 19 aprile 2018  – La presidente di Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello, interviene sul tema dei fondi statati per la messa in sicurezza degli edifici pubblici che non vedono Comuni veneti destinatari delle prime 146 erogazioni: “non è nostra intenzione fare polemica, ma la linea di Anci Veneto è chiara vogliamo che sia premiata la gestione virtuosa dei Comuni veneti. Per questo non chiediamo aiuti, ma la possibilità, invece, per i sindaci veneti di poter utilizzare gli avanzi di amministrazione. Si tratta di un proposta  che abbiamo costruito con uno studio analitico e approfondito in collaborazione e presentato alla scorsa assemblea nazionale dell’Anci”.

Nello specifico lo studio sugli avanzi di amministrazione è stato elaborato assieme a Unioncamere e Ca' Foscari e ha delle fondamenta solide dal punto di vista metodologico. È un lavoro iniziato nel 2015 con l'obiettivo di monitorare i tesoretti presenti nelle casse dei Comuni e individuare il percorso per liberalizzare queste risorse che valgono circa un miliardo di euro e potrebbero generare un aumento del Pil dello 0,7 per cento.

"In Veneto molte amministrazione comunali - spiega la presidente di Anci Veneto Maria Rosa Pavanello - hanno già estinto i prestiti e così, pur essendo fra quelli meno indebitati e con meno personale di tutta Italia, si ritrovano a poter effettuare solo la spesa corrente. Sembra quasi un paradosso, ma i paletti e le norme della finanza pubblica penalizzano gli enti virtuosi che, invece, dovrebbero aver la possibilità di spendere magari per interventi fondamentali come la messa in sicurezza degli edifici pubblici. Con la nostra proposta sugli avanzi di amministrazione vogliamo creare un meccanismo in grado di mettere in moto gli investimenti e premiare chi ha i conti in ordine.

“Gli avanzi di amministrazione rappresentano risorse immediatamente disponibili da poter investire sul territorio. Il 20 gennaio scorso è scaduto il bando per accedere all’utilizzo degli avanzi di amministrazione e i Comuni hanno ottenuto spazi finanziari, ma purtroppo il meccanismo di accesso è estremamente complesso e serve semplificazione per facilitare le strutture delle amministrazioni comunali. I Comuni devono poter spendere gli avanzi di amministrazione liberamente senza vincoli lacci e laccioli e senza dover passare per forza di cose attraverso complessi adempimenti burocratici di cui non si intravede l'utilità se non quella di ostacolare la spesa di chi ha i soldi in cassa e può vantare di aver sempre rispettato le regole ”.

“Gli avanzi di amministrazione – conclude la presidente di Anci Veneto – sono uno strumento, ad esempio, che permetterebbe a molti sindaci di intervenire sulla messa in sicurezza degli edifici pubblici senza dover chiedere accesso a fondi statali che non bastano.  È una delle forme di autonomia che i Comuni chiedono e che non farebbero altro che premiare la capacità di gestione oltre che ricostruire quel principio di equità alla base della solidarietà nazionale. È corretto aiutare i territori colpiti da calamità o disastri, ma questo non significa penalizzare i sindaci che governano in modo virtuoso”.

“Accogliamo con soddisfazione l’adeguamento del decreto sui riparti dei contributi spettanti ai Comuni nati dalla fusione con altri enti. Il contributo passa al 60% dei trasferimenti erariali attribuiti nel 2010 ed èun segnale di attenzione che apprezziamo”. Così il vicepresidente Anci, Roberto Pella, al temine della Conferenza Stato-Città che ha dato il via libera all’adeguamento del decreto sulle disposizioni previste dalla legge di bilancio 2018 in favore dei Comuni ‘fusi’. Il contributo straordinario per i Comuni continua a crescere: essendo rimasto nel 2017 fermo al 50% e ancora prima al 40%.
Disco verde da parte di Anci anche allo schema di decreto riguardante gli enti sciolti per infiltrazioni mafiose. Il provvedimento riprende un beneficio non più applicato da diversi anni ma ora previsto nuovamente dal comma 277 della Legge di bilancio 2018. In sintesi, il decreto prevede la possibilità di realizzare manutenzione di opere pubbliche negli enti locali sciolti per mafia, grazie all’istituzione di un fondo con una dotazione iniziale di 5 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2018. Un intervento che riguarda, ad oggi, circa 40 Comuni.
Infine, parere favorevole allo schema di decreto che contiene le indicazioni di tempi e modalità per la compilazione e trasmissione della certificazione per il 2017 del costo di copertura dei servizi a domanda individuale. A tal proposito l’Anci, rimarcando la congruità del termine del 5 luglio per la trasmissione della certificazione,  ha ribadito ancora una volta la necessità di separare, anche per i Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti, l’adempimento relativo all’approvazione del conto consuntivo finanziario da quello economico-patrimoniale, dando seguito a quanto avvenuto per i Comuni sotto i 5mila abitandi nei giorni scorsi.

gazzettino

Venezia, 19 aprile 2018  – L’Anci Veneto esprime la sua vicinanza e solidarietà ai collaboratori del Gazzettino dopo la comunicazione da parte dell’azienda del taglio unilaterale dei compensi.

“Siamo al fianco dei collaboratori – spiegano la Presidente, Maria Rosa Pavanello, ed i vicepresidenti Francesco Lunghi, Angelo Tosoni ed Elisa Venturini –  che ogni giorno ci raccontano le notizie riguardanti la vita amministrativa dei Comuni, dei territori e delle comunità. Si tratta di un contributo alla crescita della società oltre che un servizio di informazione fondamentale ed imprescindibile per i cittadini e per la vita democratica”.

“Mi auguro che con il tavolo di confronto aperto in Regione – concludono presidente e vicepresidenti di Anci Veneto – si possano trovare delle soluzioni condivise nel pieno rispetto della professionalità e della qualità del lavoro dei collaboratori”.

Le politiche ambientali si mettono in pratica solo con la collaborazione dei territori. Lo ha ribadito il Ministro dell'ambiente Gianluca Galletti durante la Giornata per il clima, energia e mobilità sostenibile organizzata, il 10 aprile nella sede nazionale dell’Anci.

“Quando parliamo di tematiche ambientali la programmazione e l’esecuzione degli interventi gioca un ruolo fondamentale. Non bisogna tanto chiedersi quante risorse sono state stanziate ma come esse sono spese. Da questo punto di vista, bisognerebbe prevedere risorse per aiutare i Comuni a progettare meglio e strutture centrali di supporto e assistenza tecnica”.

Ma accanto a questo appare necessaria la “semplificazione degli strumenti che sono a disposizione dei Comuni, come dimostra la vicenda del Conto termico che ha iniziato a funzionare bene dopo lo snellimento delle norme”.
Sullo sfondo rimane il tema culturale, con la necessità di adeguare le azioni di tutti i giorni ai grandi temi messi in evidenza, ad esempio, dalle encicliche di Papa Francesco così come dagli accordi internazionali di New York e Parigi. “Tutti ci preoccupiamo dell’inquinamento del mare  - ha sottolineato – ma poi quando si è trattato di pagare pochi centesimi per i sacchetti ecologi nei supermercati c’è stata una reazione incredibile”.

Molti gli amministratori comunali presenti, come constatato dal direttore dei lavori, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti.   

Per altri dettagli c'è il sito: www.anci.it

ANCI VENETO

Presidente: Maria Rosa Pavanello
Direttore: Carlo Rapicavoli
Via M. Cesarotti n°17 - 35030 Selvazzano Dentro (PD) 
Tel. 0498979033 - Fax 0498984643
email: anciveneto@anciveneto.org 
pec: anciveneto@pec.it
CF: 80012110245

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

 

A tale proposito se  hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email attraverso l'apposito form nella pagina dei contatti

 

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da www.ancisa.it. A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.
 

COOKIE LAW

   1) Che cosa sono i cookie?

I cookie sono dei file di testo che i siti visitati inviano al browser dell'utente e che vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi al sito alla visita successiva.
 

   2) A cosa servono i cookie? 

I cookie possono essere usati per monitorare le sessioni, per autenticare un utente in modo che possa accedere a un sito senza digitare ogni volta nome e password e per memorizzare le sue preferenze.

 

   3) Cosa sono i cookie tecnici?

I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente. I cookie tecnici sono essenziali per esempio per accedere a Google o a Facebook senza doversi loggare a tutte le sessioni. Lo sono anche in operazioni molto delicate quali quelle della home banking o del pagamento tramite carta di credito o per mezzo di altri sistemi.
 

   4) I cookie Analytics sono cookie tecnici? 

In altri termini i cookie che vengono inseriti nel browser e ritrasmessi mediante Google Analytics o tramite il servizio Statistiche di Blogger o similari sono cookie tecnici?. Il Garante ha affermato che questi cookie possono essere ritenuti tecnici solo se "utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici." 
 

   5) Che cosa sono i cookie di profilazione?

Sono cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente per creare profili sui suoi gusti, sulle sue preferenze, sui suoi interessi e anche sulle sue ricerche. Vi sarà certamente capitato di vedere dei banner pubblicitari relativi a un prodotto che poco prima avete cercato su internet. La ragione sta proprio nella profilazione dei vostri interessi e i server indirizzati opportunamente dai cookie vi hanno mostrato gli annunci ritenuti più pertinenti.
 

   6) È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto alcun consenso mentre i cookie di profilazione possono essere installati nel terminale dell'utente solo dopo che quest'ultimo abbia dato il consenso e dopo essere stato informato in modo semplificato.
 

   7) In che modo gli webmaster possono richiedere il consenso?

Il Garante per la Privacy ha stabilito che  nel momento in cui l'utente accede a un sito web deve comparire un banner contenente una informativa breve, la richiesta del consenso e un link per l'informativa più estesa come quella visibile in questa pagina su che cosa siano i cookie di profilazione e sull'uso che ne viene fatto nel sito in oggetto.
 

   8) In che modo deve essere realizzato il banner?

Il banner deve essere concepito da nascondere una parte del contenuto della pagina e specificare che il sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti. Il banner deve poter essere eliminato solo con una azione attiva da parte dell'utente come potrebbe essere un click.
 

   9) Che indicazioni deve contenere il banner? 

Il banner deve contenere l'informativa breve, il link alla informativa estesa e il bottone per dare il consenso all'utilizzo dei cookie di profilazione.
 

   10) Come tenere documentazione del consenso all'uso dei cookie?

È consentito che venga usato un cookie tecnico che tenga conto del consenso dell'utente in modo che questi non abbia a dover nuovamente esprimere il consenso in una visita successiva al sito.
 

   11) Il consenso all'uso dei cookie si può avere solo con il banner?

No. Si possono usare altri sistemi purché il sistema individuato abbia gli stessi requisiti. L'uso del banner non è necessario per i siti che utilizzano solo cookie tecnici.

 

   12) Che cosa si deve inserire nella pagina informativa più estesa?

Si devono illustrare le caratteristiche dei cookie installati anche da terze parti. Si devono altresì indicare all'utente le modalità con cui navigare nel sito senza che vengano tracciate le sue preferenze con la possibilità di navigazione in incognito e con la cancellazione di singoli cookie.
 

   13) Chi è tenuto a informare il Garante che usa cookie di profilazione?

Il titolare del sito ha tale onere. Se nel suo sito utilizza solo cokie di profilazione di terze parti non occorre che informi il Garante ma è tenuto a indicare quali siano questi cookie di terze parti e a indicare i link alle informative in merito.
 

   14) Quando entrerà in vigore questa normativa?

Il Garante ha dato un anno di tempo per mettersi in regola e la scadenza è il 2 Giugno 2015.
 

COOKIE UTILIZZATI IN QUESTO SITO

File di log: Come molti altri siti web anche questo fa uso di file di log registra cioè la cronologia delle operazioni man mano che vengono eseguite. Le informazioni contenute all'interno dei file di registro includono indirizzi IP, tipo di browserInternet Service Provider (ISP)data, ora, pagina di ingresso e uscita e il numero di clic. Tutto questo per analizzare le tendenze, amministrare il sito, monitorare il movimento dell'utente dentro il sito e raccogliere dati demografici, indirizzi IP e altre informazioni. Tale dati non sono riconducibili in alcun modo all'identità dell'utente e sono cookie tecnici.
 

COOKIE DI TERZE PARTI PRESENTI NEL SITO 

.....

TWITTER


RT @RaiEconomia: Cresco Award 2018- Città sostenibili. Il concorso promosso da @comuni_anci e @FondSodalitas LEGGI [https://t.co/gX003ubDOo…

#QuaderniAnci E’ Online il volume Anci “Il personale degli Enti Locali - Le assunzioni”. Una guida sintetica e rag… https://t.co/Rzj9sdXg0e
Follow ANCI on Twitter

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Anciveneto.
Iscriviti
Non saranno inviate email di spam.