A- A A+
Notizie

fasciatricoloreTanti al primo mandato e qualcuno addirittura alla prima esperienza amministrativa, tanti altri riconfermati, ancora poche donne nel totale degli eletti e tre commissari per mancanza di candidati. In attesa degli esiti dei sei ballottaggi, è questo il primo quadro che emerge in Veneto, tra sorprese e curiosità. 

In questa maxitornata, visto che è stata chiamata al rinnovo la maggioranza delle municipalità venete (321 su 563), c'era un solo capoluogo, Rovigo, incluso nei 18 Comuni con più di 15mila abitanti. Per 13 di questi si è deciso tutto al primo turno.

Altro dato, una parte cospicua ha rinnovato la fiducia al sindaco uscente: sono 141 i riconfermati nel complesso, il 43 per cento. A questi vanno però aggiunti i colleghi che facevano parte della giunta uscente e si sono insediati in perfetta continuità con i propri predecessori. Resta invece bassa la percentuale di "sindache", appena il 16 per cento del totale, con solo 51 donne elette, seppure in alcuni casi siano state le prime a guidare la giunta nella loro storia municipale. 

Altro dato non esaltante è il calo generale di liste e di candidati. Se negli anni precedenti non era raro trovare 4 o 5 coalizioni concorrenti anche in realtà con meno di 10mila abitanti, ora si sono ridotte drasticamente dappertutto. La prova è costituita dalle 46 municipalità con un solo candidato a primo cittadino, fenomeno non più circoscritto alle sottopopolate aree montane. Tre di esse (Chiarano, Lorenzago di Cadore, Voltago Agordino) non hanno raggiunto il quorum degli aventi diritto al voto e sono state commissariate. 

Non sono mancati neppure episodi curiosi. Come il ballottaggio a Campodoro, Comune padovano di 2700 abitanti, in cui due dei tre contendenti hanno raccolto lo stessso numero di voti. I residenti sono chiamati perciò a esprimersi una seconda volta il 9 giugno, come i cittadini di Rovigo, Cadoneghe, Monselice, San Bonifacio.  

soldiC'è stata una riduzione del debito residuo di Regioni ed enti locali di circa 1,5 miliardi dal 2018 al 2019. Il merito è però di Comuni e Province, grazie a una serie di gestioni virtuose: se questi ultimi hanno alleggerito il debito di 2,4 miliardi nel periodo di riferimento indicato, Regioni e Province autonome sono passate a 16 miliardi dai 15 dell'anno precedente. Lo dice un'indagine della Ragioneria di stato, riportata su Italia Oggi del 22 maggio, che si basa sui dati della Cassa depositi e prestiti e di 40 istituti di credito.  

L'indagine mette in chiaro che l'indebitamento si è ridotto quasi in egual misura tra municipalità capoluogo e quelle sotto i 20mila abitanti: 8% nelle prime, 6,6% nelle seconde. Anche le Province hanno ridotto il loro debito, riducendolo di circa 300 milioni. In generale, la virtuosità è attestata dalla rivalutazione degli stessi mutui concessi: da 637 milioni a 790.

sergiocostaIl ministro dell’Ambiente Sergio Costa è atteso giovedì 23 maggio a Spresiano (Tv), per il seminario di Anci nazionale e Anci Veneto sul ciclo dei rifiuti.

L’incontro di approfondimento, in programma dalle 9.30 alle 15.30 nella frazione Lovadina (via Vittorio Veneto 6), è stato organizzato assieme al consorzio per gli imballaggi Conai. Oltre al ministro (presente al mattino), parteciperanno i vertici di Anci Veneto, il presidente del consiglio nazionale Enzo Bianco e il presidente nazionale di Conai Giorgio Quagliuolo.

Prevista una visita all’impianto di compostaggio della società Contarina, considerata un’eccellenza a livello nazionale. Non mancheranno all’appuntamento sindaci e assessori da tutto il Veneto.

contrastogiocoazzardo

Per contrastare il gioco d’azzardo occorre fare rete tra Comuni. Niente più ordinanze a singhiozzo che spostano di pochi chilometri il problema, niente più regolamenti contraddittori, ma una pianificazione generale che sia realmente efficace.

E' stato ribadito al convegno del 16 maggio organizzato a Padova da Anci Veneto e l'Ulss 6 Euganea. Ha fatto da relatore Paolo Jarre, medico con anni di esperienza nella lotta alla ludopatia. 

Si è partiti da una serie di dati, riferiti al Padovano ma comunque significativi. Tra questi spiccavano i quasi 143 milioni persi nel gioco nel 2017. Per quel che riguarda i giocatori problematici sul totale della propolazione adulta di questa Provincia, sono 6136 (l'0,8 per cento del totale). I ludopatici complessivamente presi in carico dai vari Sert sono 1019. 

Per avere altri numeri, a questo link:

https://drive.google.com/open?id=1WUS4gY98pMSvsgfKd7GHO2WHsHGpp0Ze

è possibile visionare e SCARICARE tutta la documentazione messa a disposizione dallo stesso dottor JARRE e dal dottor Guglielmo CAVALLARI in seguito all'evento dello scorso 16 maggio in tema di CONTRASTO AL GIOCO D'AZZARDO.

ANCI VENETO

Presidente: Maria Rosa Pavanello
Direttore: Carlo Rapicavoli
Via M. Cesarotti n°17 - 35030 Selvazzano Dentro (PD) 
Tel. 0498979033 - Fax 0498984643
email: anciveneto@anciveneto.org 
pec: anciveneto@pec.it
CF: 80012110245
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

 

A tale proposito se  hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email attraverso l'apposito form nella pagina dei contatti

 

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da www.anciveneto.org

A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.
 

COOKIE LAW

   1) Che cosa sono i cookie?

I cookie sono dei file di testo che i siti visitati inviano al browser dell'utente e che vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi al sito alla visita successiva.
 

   2) A cosa servono i cookie? 

I cookie possono essere usati per monitorare le sessioni, per autenticare un utente in modo che possa accedere a un sito senza digitare ogni volta nome e password e per memorizzare le sue preferenze.

 

   3) Cosa sono i cookie tecnici?

I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente. I cookie tecnici sono essenziali per esempio per accedere a Google o a Facebook senza doversi loggare a tutte le sessioni. Lo sono anche in operazioni molto delicate quali quelle della home banking o del pagamento tramite carta di credito o per mezzo di altri sistemi.
 

   4) I cookie Analytics sono cookie tecnici? 

In altri termini i cookie che vengono inseriti nel browser e ritrasmessi mediante Google Analytics o tramite il servizio Statistiche di Blogger o similari sono cookie tecnici?. Il Garante ha affermato che questi cookie possono essere ritenuti tecnici solo se "utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici." 
 

   5) Che cosa sono i cookie di profilazione?

Sono cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente per creare profili sui suoi gusti, sulle sue preferenze, sui suoi interessi e anche sulle sue ricerche. Vi sarà certamente capitato di vedere dei banner pubblicitari relativi a un prodotto che poco prima avete cercato su internet. La ragione sta proprio nella profilazione dei vostri interessi e i server indirizzati opportunamente dai cookie vi hanno mostrato gli annunci ritenuti più pertinenti.
 

   6) È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto alcun consenso mentre i cookie di profilazione possono essere installati nel terminale dell'utente solo dopo che quest'ultimo abbia dato il consenso e dopo essere stato informato in modo semplificato.
 

   7) In che modo gli webmaster possono richiedere il consenso?

Il Garante per la Privacy ha stabilito che  nel momento in cui l'utente accede a un sito web deve comparire un banner contenente una informativa breve, la richiesta del consenso e un link per l'informativa più estesa come quella visibile in questa pagina su che cosa siano i cookie di profilazione e sull'uso che ne viene fatto nel sito in oggetto.
 

   8) In che modo deve essere realizzato il banner?

Il banner deve essere concepito da nascondere una parte del contenuto della pagina e specificare che il sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti. Il banner deve poter essere eliminato solo con una azione attiva da parte dell'utente come potrebbe essere un click.
 

   9) Che indicazioni deve contenere il banner? 

Il banner deve contenere l'informativa breve, il link alla informativa estesa e il bottone per dare il consenso all'utilizzo dei cookie di profilazione.
 

   10) Come tenere documentazione del consenso all'uso dei cookie?

È consentito che venga usato un cookie tecnico che tenga conto del consenso dell'utente in modo che questi non abbia a dover nuovamente esprimere il consenso in una visita successiva al sito.
 

   11) Il consenso all'uso dei cookie si può avere solo con il banner?

No. Si possono usare altri sistemi purché il sistema individuato abbia gli stessi requisiti. L'uso del banner non è necessario per i siti che utilizzano solo cookie tecnici.

 

   12) Che cosa si deve inserire nella pagina informativa più estesa?

Si devono illustrare le caratteristiche dei cookie installati anche da terze parti. Si devono altresì indicare all'utente le modalità con cui navigare nel sito senza che vengano tracciate le sue preferenze con la possibilità di navigazione in incognito e con la cancellazione di singoli cookie.
 

   13) Chi è tenuto a informare il Garante che usa cookie di profilazione?

Il titolare del sito ha tale onere. Se nel suo sito utilizza solo cokie di profilazione di terze parti non occorre che informi il Garante ma è tenuto a indicare quali siano questi cookie di terze parti e a indicare i link alle informative in merito.
 

   14) Quando entrerà in vigore questa normativa?

Il Garante ha dato un anno di tempo per mettersi in regola e la scadenza è il 2 Giugno 2015.
 

COOKIE UTILIZZATI IN QUESTO SITO

File di log: Come molti altri siti web anche questo fa uso di file di log registra cioè la cronologia delle operazioni man mano che vengono eseguite. Le informazioni contenute all'interno dei file di registro includono indirizzi IP, tipo di browserInternet Service Provider (ISP)data, ora, pagina di ingresso e uscita e il numero di clic. Tutto questo per analizzare le tendenze, amministrare il sito, monitorare il movimento dell'utente dentro il sito e raccogliere dati demografici, indirizzi IP e altre informazioni. Tale dati non sono riconducibili in alcun modo all'identità dell'utente e sono cookie tecnici.
 

COOKIE DI TERZE PARTI PRESENTI NEL SITO 

.....

TWITTER


RT @AnciLomb: 📌 SAVE THE DATE 5 luglio Gornate Olona (Va) XIX Assemblea Annuale dei Piccoli Comuni Anci. Lo slogan scelto è “Noi siamo picc…

RT @Urbact_IT: Oggi siamo a Valencia per raccontare nell’ambito di @placemaking_eu le esperienze delle città italiane e europee che con @UR
Follow ANCI on Twitter

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Anciveneto.
Iscriviti
Non saranno inviate email di spam.