A- A A+
Notizie

Amministrazione Trasparente

Notizie

piccolicomuni

Selvazzano, 28 settembre – La Presidente dell’Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello, ha commentato con soddisfazione l’approvazione definitiva in Senato della legge sui piccoli Comuni: “si tratta di risorse importanti per rispondere a bisogni e priorità dei nostri territori considerando che in Veneto i piccoli comuni sono circa 300 su 581. L’Anci ha ricoperto un ruolo fondamentale per la costruzione di questa legge e ora siamo a disposizione dei piccoli Comuni per supportarli nella realizzazione dei progetti e dei bandi per ottenere le risorse stanziate dalla legge che sono circa 154 milioni”.

“La legge rappresenta un segnale importante – prosegue Pavanello - perché delinea delle misure ad hoc per i piccoli Comuni, che come da tempo sostiene l’Anci richiedono politiche differenziate con interventi specifici e mirati. Le risorse messe in campo dal Governo costituiscono un’opportunità per rilanciare i piccoli centri e riuscire a riportare le persone a vivere in questi luoghi, magari  i giovani, frenando il costante calo demografico”.

Nello specifico i primi cento milioni sono destinati al finanziamento di investimenti per tutela dell’ambiente e beni culturali, mitigazione rischio idrogeologico, salvaguardia e riqualificazione urbana dei centri storici, messa in sicurezza di infrastrutture stradali e istituti scolastici, promozione e sviluppo economico e sociale, insediamento di nuove attività produttive.

A queste risorse si aggiungono altri 54 milioni per la progettazione e la realizzazione del sistema nazionale di ciclovie turistiche tra cui la Verona-Firenze (Ciclovia del Sole) e la Venezia-Torino (Ciclovia  Vento) e per interventi per la sicurezza della circolazione ciclistica cittadina. Entro tre mesi dall’entrata in vigore della legge i piccoli Comuni potranno presentare progetti e accedere a bandi pubblici istituiti dalla Presidenza del Consiglio dei ministri per il loro finanziamento. I piccoli Comuni avranno inoltre la precedenza nell’accesso ai finanziamenti pubblici per la banda larga.

I piccoli Comuni, definizione che ricomprende tutti quelli al di sotto dei cinquemila abitanti, sono 5.591 e rappresentano il 69,9% dei Comuni italiani. Occupano il 54% del territorio nazionale, e sono il luogo in cui vivono 11 milioni di persone. In Veneto i piccoli Comuni sono circa 300.

“L’Anci Veneto – conclude la Presidente dell’Anci Veneto - è da sempre al fianco dei piccoli Comuni perché rappresentano il cuore pulsante dei nostri territori e da anni lavora perché i sindaci e gli amministratori di questi enti abbiano strumenti necessari ed efficaci per governare in modo incisivo. E la legge approvata rappresenta un passo importante verso questa direzione”.

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto

 

A tutti i Dirigenti a tempo indeterminato delle Pubbliche
Amministrazioni, di cui all’art. 1, comma 2, del D.L. vo
165/2001 e s.m. (*)

 

AVVISO

Si comunica che è vacante il posto di funzione dirigenziale non generale presso l’Ufficio VIII ”Ambito Territoriale di Vicenza”, dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Al fine del conferimento del relativo incarico, si procede alla pubblicazione del presente Avviso, ai sensi dell’art. 19, comma 1 bis, del Decreto Legislativo del 30 marzo 2001, n. 165 e s.m..
Per quanto sopra è indetta la procedura per il conferimento del relativo incarico dirigenziale non generale, ai sensi dell’articolo 19, comma 5 bis, del Decreto Legislativo del 30 marzo 2001, n. 165 e s.m., ai Dirigenti a tempo indeterminato delle Pubbliche Amministrazioni, di cui all’art. 1, comma 2, del D.L.vo 165/2001 (esclusi i Dirigenti con vincolo quinquennale di cui all’art. 35, c. 5 bis, del medesimo D.L.vo 165/2001). L’incarico sarà conferito per tre anni e rientra nel contingente autorizzato nei confronti di questo USR dal D.M. n. 527 del 30.06.2016, registrato dalla Corte dei Conti il 19.07.2016.
Il trattamento economico (LIVELLO RETRIBUTIVO C) è il seguente:

stipendio tabellare: € 43.310,90, retribuzione di posizione parte fissa: € 12.155,61, retribuzione di posizione parte variabile: € 10.819,39, oltre alla retribuzione annuale di risultato (a titolo meramente indicativo, quella riferita all’ultima liquidazione variava da un massimo di € 26.442,84 a un minimo di € 21.154,28).


Il contenuto dell’incarico di direzione dell’Ufficio VIII ”Ambito Territoriale di Vicenza” è definito dal D.M. prot. 925 del 18 dicembre 2014, pubblicato sul supplemento ordinario n. 19 alla Gazzetta Ufficiale serie generale n. 91 del 20.04.2015, a cui si fa rinvio tramite il seguente link. I requisiti sono quelli per l’accesso alla Dirigenza pubblica, di cui al Decreto Legislativo del 30 marzo 2001, n. 165 e s.m..
La valutazione è rimessa ad un’apposita Commissione, sulla base dell’esame dei curricola pervenuti. La selezione sarà svolta tenendo conto dei criteri di cui all’art. 19, comma 1, del D.L.vo 165/2001. Ulteriori criteri preferenziali, deducibili dal curriculum vitae, saranno:
- possesso di laurea in giurisprudenza: specialistica (D.M. 509/1999) o magistrale (D.M. 270/2004) o conseguita secondo l’ordinamento antecedente la riforma di cui al D.M. 509/1999 (per i titoli rilasciati da università dell’UE devono essere indicati gli estremi del provvedimento di equiparazione);
- eventuali altri titoli attinenti al diritto del lavoro e al diritto pubblico;
- esperienze professionali relative ai procedimenti disciplinari;
- esperienze professionali di organizzazione di concorsi pubblici;
- esperienze professionali relative allo stato giuridico e/o organizzazione del personale;
- esperienze professionali relative alla valutazione del personale;
- esperienze professionali relative alle relazioni sindacali;
- esperienze professionali relative alla gestione di gare di fornitura di beni e servizi;
- esperienza acquisita per almeno sette anni in funzioni dirigenziali.


Gli interessati potranno partecipare alla procedura, compilando l’allegato modello di domanda (allegato 1), sottoscrivendolo con firma digitale e trasmettendolo entro le ore 24,00 del 25 settembre 2017 esclusivamente tramite la propria casella di posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Non sarà ritenuto valido, con conseguente esclusione dalla procedura in oggetto, l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria.
Alla domanda gli interessati dovranno allegare: 1) il curriculum vitae aggiornato, attestante le ultime due valutazioni conseguite nell’Amministrazione di appartenenza e il possesso dei titoli e delle esperienze corrispondenti ai criteri preferenziali di cui sopra, sottoscritto con firma digitale; 2) la fotocopia di un proprio documento di riconoscimento in corso di validità.
Farà fede la data di spedizione rilevabile dalla PEC. Si precisa che non saranno prese in considerazione le candidature che dovessero pervenire oltre il suddetto termine di scadenza. L’USR Veneto non assume alcuna responsabilità per la mancata ricezione delle domande derivante da eventuali disguidi o ritardi imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, prima della scadenza, il termine per la presentazione delle domande nonché di riaprire il termine, modificare, sospendere o revocare la procedura.
Le eventuali comunicazioni indirizzate ai singoli candidati saranno inviate agli stessi esclusivamente all'indirizzo di posta elettronica certificata utilizzato per l’invio della domanda.
Per ulteriori informazioni rivolgersi da lunedì a venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 ai numeri: 041.2723125/ 123 /124.
Si rammenta che l’eventuale selezione non costituisce garanzia di conferimento dell’incarico, essendo lo stesso subordinato al buon esito delle altre procedure di cui al suddetto art. 19, comma 5 bis (aspettativa non retribuita o collocamento fuori ruolo, comando o analogo provvedimento secondo i rispettivi ordinamenti), nonché al controllo preventivo da parte della competente Sezione di controllo della Corte dei Conti per il Veneto.


IL DIRETTORE GENERALE
Daniela Beltrame

 

In allegato l'avviso integrale, e il modello di domanda

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (MIUR.AOODRVE.REGISTRO_UFFICIALE(U).0015816.18-09-2017[1].pdf)AVVISO 192 kB
Download this file (modello domanda UFF. VIII di VICENZA.docx)Modello domanda 17 kB

urbactbari

Si informa che l’ANCI in qualità di National URBACT Point organizza il Festival Italiano delle Buone pratiche URBACT che avrà luogo a Bari dal 21 al 23 settembre, in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Comune di Bari (in allegato programma e modalità di iscrizione al Festival).

Nel corso dell’evento avrà luogo l’Infoday nazionale del nuovo bando URBACT per la creazione di Network di trasferimento delle buone pratiche selezionate dal programma tra città italiane ed europee.
 
L’evento di Bari rappresenta il primo Festival urbano in Italia, che unisce alla promozione nei diversi angoli della città delle migliori esperienze di sviluppo urbano italiane ed europee una serie di eventi, sessioni e mostre sulle città che innovano e includono.
 
Il Festival rappresenta anche un’occasione unica di incontro fra rappresentanti di città italiane ed europee, per favorire un’azione di networking utile per la realizzazione di progetti comuni, e un’opportunità per il dialogo tra sindaci e assessori sulle migliori strategie di sviluppo urbano da adottare per la crescita delle nostre città.
A completare il programma ci saranno study visit ed eventi serali nei luoghi dell’innovazione di Bari, tra le 14 buone pratiche italiane premiate da URBACT.
 
E’ possibile iscriversi ai diversi appuntamenti del Festival al link  https://www.eventbrite.it/e/biglietti-festival-italiano-delle-buone-pratiche-urbact-infoday-sul-nuovo-bando-urbact-per-transfer-network-37426535776

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare l’Area ANCI Studi, Ricerche, Banca Dati delle Autonomie Locali, al seguente riferimento: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (1796 ALL1.pdf)PROGRAMMA EVENTO 113 kB
Download this file (1796 ALL2.pdf)COME ISCRIVERSI 500 kB

eventoSIOPEvenezia

La legge di bilancio 2017 ha previsto che le amministrazioni pubbliche, e quindi anche i Comuni, siano tenute a ordinare incassi e pagamenti al proprio tesoriere o cassiere utilizzando esclusivamente ordinativi informatici trasmessi attraverso l’infrastruttura SIOPE+, sviluppata e gestita dalla Banca d’Italia. L’integrazione di tali dati con quelli in possesso dalla Piattaforma dei Crediti Commerciali (PCC) permetterà di monitorare i tempi di pagamento delle fatture e, in prospettiva, di seguire l’intero ciclo delle entrate e delle spese.
Banca d’Italia e Ragioneria di Stato hanno previsto un appuntamento formativo/informativo per illustrare gli aspetti innovativi del progetto che, in coerenza con lo spirito dell’agenda digitale, realizza un nuovo modello operativo per il sistema dei pagamenti pubblici, con rilevanti impatti sul modus operandi delle amministrazioni.
L’incontro, che avrà luogo lunedì 18 settembre 2017, si terrà a Venezia presso la Scuola Grande Confraternita di San Teodoro in Campo San Salvador, in prossimità dell’approdo di Rialto dell’ACTV.
Sono previsti, oltre agli interventi di Ragioneria dello Stato, Banca d’Italia, Agenzia per l’Italia Digitale, il contributo di ANCI/IFEL e le testimonianze dirette del Comune di Venezia in qualità di ente sperimentatore.
In allegato il programma completo dell’iniziativa.
La partecipazione è gratuita e si richiede ai Comuni della Regione Veneto di confermare quanto prima la propria adesione all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (programma presentazione SIOPE+ 180917 Venezia.pdf)programma presentazione SIOPE+ 180917 Venezia.pdf 214 kB

ANCI VENETO

Presidente: Maria Rosa Pavanello
Direttore: Carlo Rapicavoli
Via M. Cesarotti n°17 - 35030 Selvazzano Dentro (PD) 
Tel. 0498979033 - Fax 0498984643
email: anciveneto@anciveneto.org 
pec: anciveneto@pec.it
CF: 80012110245

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

 

A tale proposito se  hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email attraverso l'apposito form nella pagina dei contatti

 

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da www.ancisa.it. A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.
 

COOKIE LAW

   1) Che cosa sono i cookie?

I cookie sono dei file di testo che i siti visitati inviano al browser dell'utente e che vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi al sito alla visita successiva.
 

   2) A cosa servono i cookie? 

I cookie possono essere usati per monitorare le sessioni, per autenticare un utente in modo che possa accedere a un sito senza digitare ogni volta nome e password e per memorizzare le sue preferenze.

 

   3) Cosa sono i cookie tecnici?

I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente. I cookie tecnici sono essenziali per esempio per accedere a Google o a Facebook senza doversi loggare a tutte le sessioni. Lo sono anche in operazioni molto delicate quali quelle della home banking o del pagamento tramite carta di credito o per mezzo di altri sistemi.
 

   4) I cookie Analytics sono cookie tecnici? 

In altri termini i cookie che vengono inseriti nel browser e ritrasmessi mediante Google Analytics o tramite il servizio Statistiche di Blogger o similari sono cookie tecnici?. Il Garante ha affermato che questi cookie possono essere ritenuti tecnici solo se "utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici." 
 

   5) Che cosa sono i cookie di profilazione?

Sono cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente per creare profili sui suoi gusti, sulle sue preferenze, sui suoi interessi e anche sulle sue ricerche. Vi sarà certamente capitato di vedere dei banner pubblicitari relativi a un prodotto che poco prima avete cercato su internet. La ragione sta proprio nella profilazione dei vostri interessi e i server indirizzati opportunamente dai cookie vi hanno mostrato gli annunci ritenuti più pertinenti.
 

   6) È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto alcun consenso mentre i cookie di profilazione possono essere installati nel terminale dell'utente solo dopo che quest'ultimo abbia dato il consenso e dopo essere stato informato in modo semplificato.
 

   7) In che modo gli webmaster possono richiedere il consenso?

Il Garante per la Privacy ha stabilito che  nel momento in cui l'utente accede a un sito web deve comparire un banner contenente una informativa breve, la richiesta del consenso e un link per l'informativa più estesa come quella visibile in questa pagina su che cosa siano i cookie di profilazione e sull'uso che ne viene fatto nel sito in oggetto.
 

   8) In che modo deve essere realizzato il banner?

Il banner deve essere concepito da nascondere una parte del contenuto della pagina e specificare che il sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti. Il banner deve poter essere eliminato solo con una azione attiva da parte dell'utente come potrebbe essere un click.
 

   9) Che indicazioni deve contenere il banner? 

Il banner deve contenere l'informativa breve, il link alla informativa estesa e il bottone per dare il consenso all'utilizzo dei cookie di profilazione.
 

   10) Come tenere documentazione del consenso all'uso dei cookie?

È consentito che venga usato un cookie tecnico che tenga conto del consenso dell'utente in modo che questi non abbia a dover nuovamente esprimere il consenso in una visita successiva al sito.
 

   11) Il consenso all'uso dei cookie si può avere solo con il banner?

No. Si possono usare altri sistemi purché il sistema individuato abbia gli stessi requisiti. L'uso del banner non è necessario per i siti che utilizzano solo cookie tecnici.

 

   12) Che cosa si deve inserire nella pagina informativa più estesa?

Si devono illustrare le caratteristiche dei cookie installati anche da terze parti. Si devono altresì indicare all'utente le modalità con cui navigare nel sito senza che vengano tracciate le sue preferenze con la possibilità di navigazione in incognito e con la cancellazione di singoli cookie.
 

   13) Chi è tenuto a informare il Garante che usa cookie di profilazione?

Il titolare del sito ha tale onere. Se nel suo sito utilizza solo cokie di profilazione di terze parti non occorre che informi il Garante ma è tenuto a indicare quali siano questi cookie di terze parti e a indicare i link alle informative in merito.
 

   14) Quando entrerà in vigore questa normativa?

Il Garante ha dato un anno di tempo per mettersi in regola e la scadenza è il 2 Giugno 2015.
 

COOKIE UTILIZZATI IN QUESTO SITO

File di log: Come molti altri siti web anche questo fa uso di file di log registra cioè la cronologia delle operazioni man mano che vengono eseguite. Le informazioni contenute all'interno dei file di registro includono indirizzi IP, tipo di browserInternet Service Provider (ISP)data, ora, pagina di ingresso e uscita e il numero di clic. Tutto questo per analizzare le tendenze, amministrare il sito, monitorare il movimento dell'utente dentro il sito e raccogliere dati demografici, indirizzi IP e altre informazioni. Tale dati non sono riconducibili in alcun modo all'identità dell'utente e sono cookie tecnici.
 

COOKIE DI TERZE PARTI PRESENTI NEL SITO 

.....

TWITTER


⏰Alla scoperta del programma @URBACT per lo sviluppo urbano integrato con i giovani amministratori @Anci_Giovanihttps://t.co/Z7rgUpJYlM

RT @Urbact_IT: ++ I reportage del National Point ++ Le 5 soluzioni innovative di Palermo per la mobilità sostenibile @URBACT https://t.co…
Follow ANCI on Twitter

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Anciveneto.
Iscriviti
Non saranno inviate email di spam.